Egitto, tutto falso: Piramidi mai costruite dagli schiavi!

Eleonora
Eleonora
Artista, giornalista pubblicista, mamma di Filippo e Leonardo.

Quanti di voi sognano di fare un viaggio in egitto? Non c’è dubbio che si tratti di una delle mete più incredibili al mondo, non solo per i panorami che può offrire ma anche per tutta la storia che si cela dietro ogni angolo di quel posto. Ebbene, non c’è davvero dubbio rispetto al fatto che ogni granello di sabbia nasconda qualcosa di curioso con millenni di fatti e avvenimenti alle proprie spalle. Quello che vogliamo fare oggi però, è smontare alcune credenze popolari che tutto sono, tranne che rispondenti alla realtà.

Sfinge senza naso
Sfinge senza naso

La verità sulle Piramidi

Per esempio: lo sapevate che il naso della sfinge non è mai stato distrutto da Napoleone? Una bufala assoluta: ci sono immagini che ritraggono la sfinge già senza quella parte del viso, nel 1737. Ma allora, chi è stato a fare quello sfregio? O il tempo sotto braccio con il vento – dunque erosione – oppure, Secondo uno storico arabo del XV secolo si tratterebbe infatti di un gesto voluto, compiuto da un fedele musulmano di nome Muham-mad Sa’im al-Dahr, che voleva distruggere l’intera opera perché la riteneva oggetto di idolatria. Di fatto, comunque, Napoleone non c’entrava e non c’entra un bel niente.

Ma non è finita. C’è pure chi crede che le Piramidi siano state costruire da schiavi a colpi di frusta. Tutto falso: nella maniera più assoluta. E’ evidente che in questo senso, la cinematografia non ci abbia aiutato. Quanto mostrato e raccontato all’interno di alcuni film, non è assolutamente vero. Erano gli egizi stessi – non schiavi – a lavorare per costruire simili opere.

Piramidi
Piramidi

La popolazione locale infatti, veniva utilizzata per la costruzione delle Piramidi così come delle dighe (in quel caso, quando c’era la piena del Nilo, in maniera obbligatoria) e per questo, era assolutamente ben retribuita. Lavorare per l’ultima dimora del faraone garantiva moltissimi vantaggi. Dalla possibilità di vivere in veri e propri quartieri con tutti i lussi possibili, alla possibilità di avere sgravi fiscali. Insomma, altro che frustate!

Sfinge da lontano
Sfinge da lontano

Condividi questo Articolo:

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

– Leggi di più –

Articoli collegati