Il luogo ideale per fuggire dalla realtà e immergersi nella natura selvaggia

Marco Di Leo
Marco Di Leo
Giornalista, viaggiatore e amante dello sport.

Abbandonare tutto all’improvviso, lasciarsi indietro la stanchezza o perché no tutti i problemi, le preoccupazioni e le ansie. Sarà capitato almeno una volta nella vita a ognuno. O, magari, solo la volontà per un po’ di staccare dal continuo caos cittadino, fatto di noiose routine e obblighi da assolvere. Se avete la possibilità di farlo, oggi vogliamo parlarvi del luogo ideale per lasciarsi tutto alle spalle, avvolti soltanto dalla natura più selvaggia.

Scozia, Highlands Travelmundi
Scozia, Highlands

Un paradiso ai confini del mondo

Oggi noi di TravelMundi vi portiamo infatti in una delle località più remote di una terra di per sé già selvaggia. Siamo in Scozia, non però sull’isola madre, bensì su uno degli arcipelaghi che la circondano. Più precisamente, sull’Isola di Lewis, la maggiore delle Ebridi Esterne. Qui esiste una sola città, Stornoway, fatta di appena 9mila abitanti. A poco meno di trenta chilometri da lì, però, si trova un vero e proprio paradiso per chiunque voglia lasciarsi almeno per un po’ ogni cosa alle spalle.

Stiamo parlando del villaggio di Borve, che sorge lungo l’omonimo fiume a sua volta attraversato da soltanto due punti. Il primo, del XIX secolo, fatto di semplici pietre; il secondo risalente agli Anni Novanta e costruito con appena 250mila sterline. Si tratta ovviamente di piccolo villaggio abitato da poche anime e suddiviso in tre zone: Fivepenny Borve, High Borve – a nord del fiume – e Melbost Borve.

Cosa vedere? La Free Church per esempio, dove si celebrano i tipici matrimoni locali. Ma, soprattutto, nelle vicinanza ci sono diversi resti risalenti al Neolitico. Nella zona è stata inoltre ritrovata un’importante sepoltura vichinga, i cui resti sono oggi al British Museum di Londra. Senza dimenticare le mura del Due Bhuirgh, un forte di oltre 2mila anni fa. Per arrivarci, c’è un sentiero segnalato con alcuni pali di legno, che attaraversa tra l’altro la zona lacustre di Loch an Duin. Ma al di là di questo, vi consigliamo di immergervi nella magica atmosfera di una vita che scorre lenta, scandita dalla natura e lontana dal rumore frenetico della città. Lasciandovi vincere dal dominio sterminato della natura intorno a voi e avvolti dall’infinito estendersi dell’oceano.

Condividi questo Articolo:

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

– Leggi di più –

Articoli collegati